<body><script type="text/javascript"> function setAttributeOnload(object, attribute, val) { if(window.addEventListener) { window.addEventListener('load', function(){ object[attribute] = val; }, false); } else { window.attachEvent('onload', function(){ object[attribute] = val; }); } } </script> <div id="navbar-iframe-container"></div> <script type="text/javascript" src="https://apis.google.com/js/plusone.js"></script> <script type="text/javascript"> gapi.load("gapi.iframes:gapi.iframes.style.bubble", function() { if (gapi.iframes && gapi.iframes.getContext) { gapi.iframes.getContext().openChild({ url: 'https://www.blogger.com/navbar.g?targetBlogID\x3d4743990940702952739\x26blogName\x3dconfessioni+di+una+mente+pericolosa\x26publishMode\x3dPUBLISH_MODE_BLOGSPOT\x26navbarType\x3dBLACK\x26layoutType\x3dCLASSIC\x26searchRoot\x3dhttp://mentipericolose.blogspot.com/search\x26blogLocale\x3dit_IT\x26v\x3d2\x26homepageUrl\x3dhttp://mentipericolose.blogspot.com/\x26vt\x3d3419312974770310513', where: document.getElementById("navbar-iframe-container"), id: "navbar-iframe" }); } }); </script>


Benvenuti

Benvenuti Tutti su questo blog,curato dall'esimio Monaldo Politi e Finardi,i nostri nomi sono frutto della fantasia dei due creatori di questo piccolo angolo di riflessione. Ricordiamo di moderare i commenti al vivere civile,siamo qui per confrontarci e non per scannarci,rirceverete risposte spero sempre esaurienti e rispettose dei VOSTRI punti di vista. (Ringrazio anticipatamente Sugar per ogni volta che vorrà arricchire gli spazi con i suoi graditi post)
Verranno eliminati ESCLUSIVAMENTE i commenti non in linea col Disclaimer che vi viene consigliato di leggere per intero.

Buon divertimento.

AddThis Social Bookmark Button CERCA BLOG Blog-Show la vetrina italiana dei blog! TECHNORATI NET PARADE ALICE news YAHOO BLOGROLLING tutto blog MOZILLA- firefox Blog-Show la vetrina italiana dei blog!

Aggregator-link

mentipericolose-link

Recent

Archives

sgarbi quotidiani giovedì 27 settembre 2007 | commenti



Questo post mi parte dalla pancia,dal basso ventre,quella parte che vorrebbe prendere a calci nel culo,a ripetizione,coloro che non dovrebbero avere il diritto neanche di camminare eretti.
Lascio un attimo da parte quel segmento di me stesso che condivide l'idea sacrosanta chetutti hanno diritto ad esprimere la propria opinione,per quanto essa sia contraria alla mia o avulsa a qualsiasi logica universalmente riconosciuta,qualcuno per favore tappi la bocca a Sgarbi.
L'uomo che per trasformismo politico è secondo solo a Mastella,vecchio anarchico pentito,ma sappiamo che gli errori giovanili si perdonano, intemperanze dovute al sangue caldo che sembra vieppiù si sia raffreddato mettendo il sedere su una qualsiasi poltrona politica di ogni ordine e grado,come detto di ogni colore.
Qeusta sera a Matrix dopo l'ennesima puntata dedicata al femomeno dei Grillini,grillismo e Grillo dimostra come sia adatto a qualsiasi talk-show,accende sempre degli interessi con delle sparate estemporanee incredibili.
Ebbene si,non si preoccupa solo dell'andamento democratico del semi-reality La pupa e il secchione,dilemma su cui tutti abbiamo perso il sonno,ma infarcisce un suo intervento da Mentana con esternazioni effervescenti;dalle scuole in cui i ragazzi pensano solo a drogarsi(visto che ha vissuto il 68 come anarchico dovrebbe essere ben conscio di quello che dice),indicando gli insegnanti come i colpevoli perchè non sapendo nulla non possono insegnare un bel niente,che Grillo si rivolge a dei soggetti che gli somigliano(ha detto in verità imbecilli),ed avendo lancianto degli improperi ogni volta che parla del comico genovese ovviamente li attribuisce anche a centinaia di persone.
Viene ovviamente tutto questo discusso dopo aver visionato una puntata di "Sgarbi Quotidiani" del '96 in cui si palesava l'invidia verso il comico che iniziò a veder filtrare i primi soldi nei primi anni ottanta,frequentò la di lui casa intrattenendo un rapporto che credo andasse oltre l'amicizia verso la sorella,mentre il poverino passò grandemente tra stenti,egli che aveva ovviamente una cultura ben più vasta e variegata,come è ancora oggi.
Che a messer Sgarbi non piaccia l'idea di Grillo dei parlamentari senza la fedina penale sporca? Essendo egli reo di ben due crimini da cui uno è risultato colpevole e un altro si è risolto con pattegiamento forse si sente chiamato in causa,(http://it.wikipedia.org/wiki/Vittorio_Sgarbi)
ma no cosa volete che interessi ad un povero assessore comunale?
Navigando ho trovato una cosetta carina e sfiziosa sul caro Sgarbi,ringrazio Piero Ricca e fenegor per avermi dato l'opportunità di vedere che qualcuno nel suo picolo ci prova a farlo vergognare pubblicamente.

http://www.youtube.com/watch?v=kYkKe-dJ9Zc&mode=related&search=
(interessanti le citazioni di Montanelli e Bocca)

http://www.youtube.com/watch?v=EKzV_HVbdbE&mode=related&search=

http://www.youtube.com/watch?v=o0cvdjWH_xE
(qui la gente applaude)

http://www.youtube.com/watch?v=kklw6v5h-Us

Immagine sopra è allegata come sovracopertina di un libro della Kaos

Eutanasia,Don A.Gallo a favore e denuncia la Chiesa di nascondere il fatto di donare pillole abortive alle suore africane lunedì 24 settembre 2007 | commenti


Qualcuno ammette che non dare i funerali a Welby è stato un errore,ammette che la Chiesa antiabortista e contro la pillola offre alle suore africane che vivono una situazione al limite pillole per non rimanere incinte,che è previsto dalla dottrina cattolica il non accanimento terapeutico,che la carità di chi segue la strada di chi ha scelto di servire e non di essere servito è cosa ben diversa,eppure vengono palesamente dimenticate,ci vuole un prete"di strada"come si definisce Don Andrea Gallo per ricordarlo durante un convegno sull'eutanasia tenutosi a Torino il 22 Settembre scorso,proprio il giorno dopo l'intervento del Pontefice,che confonde la pace di tutti con la possibilità di determinare serenamente il proprio decesso:



"Quando la verita' dell'uomo e' oltraggiata, quando la famiglia e' minata nelle sue fondamenta, la pace stessa e' minacciata, il diritto rischia di essere compromesso e come logica conseguenza si va incontro a ingiustizie e violenze". Lo ha detto il papa nel discorso rivolto questa mattina ai membri dell'Internazionale Democratica di Centro e Democratico cristiana. "C'e' chi valuta legittima l'eliminazione della vita umana nella sua fase prenatale o in quella terminale. Preoccupante e' inoltre la crisi in cui versa la famiglia, cellula fondamentale della societa' fondata sul matrimonio indissolubile di un uomo e di una donna". Per il papa, "la centralita' della persona ed il rispetto dei diritti umani, l'impegno per la pace e la promozione della giustizia per tutti" sono i valori e gli ideali che debbono guidare l'impegno politico dei cattolici. (21 Settembre)


Ovviamente del discorso di Don Andrea Gallo e di far notare le incongruenze nel ragionamento papa i giornali se ne fregano.


Ci sono altri illustri interventi oltre quelli del diacono Gallo:
Marina Sozzi
direttore scentifico della fondazione Fabretti

Gilberto Corbellini
docente di Storia della Medicina e di Bioetica all'Università di Roma La Sapienza (ASSOCIAZIONE COSCIONI)
18:1613' 53"

Mina Welby
coopresidente dell'Associazione Luca Coscioni
18:3011' 2"

Andrea Gallo
Sacerdote e fondatore della Comunità San Benedetto al Porto di Genova
18:4118' 1"

Ivo Quaranta
ricercatore in discipline demoetnoantropologiche all'università di Bologna
18:5910' 39"

Simone Veronesi
membro della fondazione FARO
19:1014' 29"

Il filmato riguarda tutta la manifestazione che comunque precede di poco il convegno dei cattolici e dei conservatori cristiani tenutosi alla Cassa di Risparmio di Cesena sotto l'egida di una rappresentante di Forza Italia,la senatrice Laura Bianconi,per parlare della "deriva pericolosa" che stano prendendo sempre più coscienze a tutti i livelli sociali riguardo il testamento biologico.

Non tutto negativo ovviamente per chi come me pensa che decidere del proprio corpo sia un sacrosanto diritto,Mario Melazzani dottore e primario del day hospital oncologico Irccs Maugeri di Pavia malato di Sla(malattia neurodegenerativa che porta alla paralisi progressiva della muscolatura volontaria, sino all'arresto respiratorio)denuncia una piaga tutta italica come la mancanza evidente di assistenza domiciliare qualificata in casi di malattie degenerative,e di come forse proprio questo non porti ad una sempre maggiore adesione alle scelte eutanasiche.

(convegno organizzato dai Radicali e dall'organizzazione Luca Coscioni) Buona visione del video.

Etichette:

personalissimo blog(2) sabato 22 settembre 2007 | commenti


Da giorni mi figuro davanti agli occhi un immagine precisa,una bimbetta coi codini che si aggira per la zona ristorante di un hotel.

Si avvicina ad un tavolo guardando i presenti dal basso e mettendosi un ditino proprio sul mento,oppure sofferma lo sguardo su una tovaglia spessa ornata di piccole frange come usava negli alberghetti di periferia,di materiale grezzo e resistente.

Non parla e quello che riceve è un dolcetto incartato,un ninnolo degli ovetti Kinder o una carezza sulla testa,di natura curiosa si ferma ulteriormente e vorrebbe che le dicessero qualcosa in più,ma l'attenzione dei bambini è breve si sà,oppure ha già capito che non riceverà altro in cambio e si incammina verso la camera che la condurrà a dormire dentro una valigia vuota mentre sferraglia il treno.

Si forma un groppo alla gola perchè vorrei accompagnare quella bimba a dormire portandola in braccio la sera,aprire un libro di favole e iniziare un racconto,vorrei mi truccasse come se fossi la sua bambolina preferita,mi presentasse perentoria una borsetta,magari rossa e appariscente,e mi invitasse a prendere il thè mentre converso in falsetto.

Ti vestirei da zorro perchè sei una bimba temeraria e battagliera e ti divertiresti di più con una spada in mano che con la bacchetta da fata.

Ti amo così tanto che avrei voluto esserci da sempre nella tua vita e vedere come sei diventata quell'essere meraviglioso che sei.

Ti lascio una canzone che ti accompagna mentre dormi


Se piangi amore

io piango con te

perchè

tu fai parte di me.

Sorridi sempre

se tu non vuoi

non vuoi vedermi

soffrire mai.

Se ridi amore

io rido perchè

perchè faccio parte di te.

Ricorda sempre quello che fai

sopra il mio volto

lo rivedrai.

Non sarai solo(a)

anche se tu

tu sei lontano(a)

da me.

Ogni momento dovunque andrai

accanto a te

mi rivedrai.

Se piangi

se ridi

io sono con te

perchè

sono parte di te.

Ricorda sempre quello che fai

sopra il mio volto

lo rivedrai.

MINA



Etichette:

emule prossimo alla chiusura,altroconsumo e petizione a favore di chi scarica files,riapre definitivamente il sito dedicato al mulo. giovedì 20 settembre 2007 | commenti


Tre argomenti ma collegati tra loro dallo stesso soggetto;la possibilità di scaricare files liberamente.

Come avete visto forse in alcuni blog,aggregatori e portali di notizie in genere dal giorno 15 di questo mese,Settembre,alcuni dei server più usati BigBang ed DonkeyServer sono stati oscurati,altre fonti come p2p italia il portale che si occupa di evoluzioni tecnologiche riguardanti il peer to peer informa:"Ci si ritrova in una sorta di trappola, poichè quasi 3 milioni di utenti, sui 5 milioni totali circa, sono ancora connessi ad uno dei DonkeyServer, che tuttora sono attivi, ma i file condivisi da questi utenti non sono indicizzati. In pratica, pur connettendosi ad un qualsiasi altro server funzionante, le ricerche eseguite sui server (metodo "globale") sono carenti poichè la base di utenza su cui si fà la ricerca è molto ridotta".

Il rischio è di trovarsi collegati ad un server controllato,per cui di essere rintracciati.

Alcuni già iniziano a paventare l'utilizzo della rete Kad(http://it.wikipedia.org/wiki/EMule#Il_network_KAD , altri parlano di allarme ingiustificato vista l'immissione di nuovi server denominati vakulin che dovrebbero sostituire in meglio quelli vecchi.

Tempo adietro l'associazione Altroconsumo,(il 30 Gennaio mi pare)di cui trovate il link della pagina principale su questo blog,richiese la firma di una petizione di massa ritenendo inappropriata la sanzione penale prevista dalla legge della passata legislatura,mentre sarebbe molto più coerente una pena di carattere pecuniario.

Chiariamoci pur se attuabile questa legge è sempre stata disattesa per due motivi,fatto salvo il principio Costituzionale di diffusione di opere d'ingegno e perchè costituirebbe una violazione del diritto di riservatezza nel proprio domicilio;lo sniffing o controllo dei dati in uscita e in entrata viene attuato senza il consenso del destinatario,così come si dovrebbe esporre un mandato di perquisizione per aprire il vostro pc nel caso in cui vi dovreste veder arrivare la polizia postale a casa vostra così dovrebbe essere fatto per via telematica.
(vedete l immagine sopra della nuova versione di emule con rete Kad aggiunta 0.48 nel caso siate soliti usare la versione plus vi consiglio Neo Mule Mode,molto simile ma più efficente e con rete kad inclusa http://neomule.sourceforge.net/)

Viene da se che tale pratica sarebbe inutile perchè venendolo a sapere l'eventuale controllato fermerebbe tale attività e cancellerebbe tutto,a detta di alcuni giuristi l'accesso è più grave del reato di violazione del copyright che con esso si vuole reprimere,ecco perchè la legge resta lettera morta.

Ma Altroconsumo con la petizione voleva e vuole comunque che si raddrizzi una stortura nel nostro ordinamento,che sia dal punto di vista penale che quello civile,si basa sulla diversità della pena a seconda del reato.

Dal Diritto Romano in poi ci si è messo tempo per capire che per la giusta punizione a fronte del crimine commesso è sintomo di una società civile,non vorrei che piano piano si perdesse tale principio per favorire alcuni a discapito di altri.

Comunque visto che il sito dedicato interamente ad Emule è tornato attivo da poco vi consiglio di visitarlo e vedere come finisce il distributore di files più amato di tutti i tempi.
http://www.emuleitalia.net/fora/index.php?act=home

Etichette:

personalissimo blog | commenti


L'odore del mare quando ingrossa è la cosa che mi ha sempre portato la tipica atmosfera di settembre,forte e pungente con un retrogusto di decomposizione se la mucillagine schiuma fino alla sabbia.
Mentre offrivo le spalle a quella distesa in movimento arrivava un vento caldo,rigide le spalle perchè ero consapevole di quello che mi aspettava,una strambata,una raffica fortissima e improvvisa proveniente dal mare.
Questo tipo di folate costarono molto ai marinai a largo che si vedevano colpiti da questo muro di vento caldo,se si trovavano a tirare sù le reti facilmente cadevano in mare,quando non esistevano i motori le vele si laceravano o rovescivano le barche. Ho pensato a Maria appena tutto si è calmato e e le palme non ondeggiavano più le larghe foglie in saluto alle poche macchine che passavano.
Dovrei saperlo perchè l'ho visto accadere molte volte,appena ti abbitui ad una vita placida di rituali ripetuti che ti riempiono la giornata proprio come se scandissero una cerimonia laica arriva qualcuno,quasi sempre alle spalle per soprenderti ed è questo il bello,non è dato sapererne la lunghezza o la durata,sai solamente che finche c è te la senti sulla pelle.
Ci si adatta proprio a tutto e se persino i topi invece di scavare buchi e rifugi sotterranei fanno "il nido" sopra i palmizi,allora un uomo si adagia sopra ad una vita grigia,senza scossoni,dove quello che scorre nelle vene non è sangue ma polvere di gesso,dove credi che tutto si svolga nel miglore dei modi perchè non accade niente,tutto si perde nella stessa tonalità di colore perchè non ricordi come sono le sfumature.
Volevo averti vicina,abbracciata,seduta sulle mie ginocchia,allora guardando attorno mi chiedevo cosa diavolo ci facessi lì da solo e mi dopo un attento esame avevo capito che potevo tornare a prendermi cura di me stesso,del mio corpo,perchè volevo e voglio che capisca quello che il cervello aveva compreso da tempo,basta punirsi perchè si è perso qualcosa nel passato,c'è una persona da amare.
Qualsiasi cosa succeda grazie per avermi ridato un poco di calore,lo restituirò cingendoti quando ci vedremo,posso farti capire quello che provo solo tenendoti stretta.
Ti amo e voglio farlo per sempre.

Etichette:

Di come Grillo riuscì a destare il bel volgo addormentato dal lungo sonno. Sottotitolo: Prodi, l'uomo che chissà perchè paghiamo mercoledì 19 settembre 2007 | commenti


«Lui dice che Prodi è come un valium. Ma le cose bisogna farle con calma e serenità, non siamo a dirigere il paese per fare spettacolo. In realtà - ha poi chiosato con una battuta - io sono sveglio come un grillo»*
«ora faccia le proposte.»**



«Non mi capacito ancora del fatto che uno così sia davvero ministro della Giustizia. Chi li paga i disastri del suo indulto, chi lo risarcisce il figlio dei coniugi seviziati a Treviso? Mastella non è un uomo, è un equivoco. Passa la vita nel suo blog a rispondere a me, un po’ come se Brown sprecasse il tempo dialogando con Mr. Bean».
«Ho raccolto il parere di 850mila persone sulle proposte di riforma, sui temi dell’energia, le ho portate a Palazzo Chigi, ho parlato per mezz’ora con quest’uomo ed è accaduta una cosa stupefacente. Valium s’è addormentato. Poi mi ha sorriso, cogli occhi chiusi! (risata della folla, ndr). Poi mi sono addormentato pure io, come si fa a essere governati da un uomo di settant’anni? E vaffanculoooo (boato)».

L'unico "neo" di Grillo: le cose te le fa arrivare bene, ma i vaffanculo sono più frequenti delle virgole.
D'altronde come farebbe a catturare l'attenzione di noi italiani addormentati?



*chi ha riso per questa battuta ha qualcosa che non va.

**questa fa ridere però.

Etichette: ,

Calderoli contro Borghezio lunedì 17 settembre 2007 | commenti




Sono in accordo con Grillo quando dice che bisognerebbe riformare la classe politica,due dei più fulgidi esempi di dirigenti secession-caserecci padani.



Roberto Calderoli:



Bergamo 1956 18 Aprile,Medico.



Nato da una famiglia il cui sinonimo è cura odontoiatrica,tramandata di generazione in generazione anche attraverso affini,tanto che sul tema c’è un detto che in italiano reciterebbe (se il tuo dente ha il vermicello, devi andar dai Calderoli), originariamente in bergamasco,(«Se ol to dént al gh’à ’l careul, te gh’è de ’ndà dai Caldereul»), cresciuto sciando e sgommando nei rally il difensore della cristianità contro l'islamismo dilagante si sposa con rito celtico evitando la curia romana con Sabina Negri,da cui divorzierà magari con rito affine previsto dalla cultura nordica,non posso saperlo.



Inizia la carriera politica con la Lega Lombarda poi divenuta Lega Nord scalandone velocemente i vertici fino a divenire cordinatore delle segreterie nazionali dello steso partito.



La sua cariera parlamentare è costellata da importanti cariche istituzionali,1990 al 1995 è consigliere comunale a Bergamo,deputato alla Camera dal 1992 al 2001 partecipa temporaneamente alla Commissione Affari Sociali come presidente;diviene Senatore nel 2001 e poi Vicepresidente del Senato della Repubblica fino a fine legislatura,ricoprendo anche la carica nel 2004 Ministro per le Riforme Istituzionali e la Devoluzione.



Interessante è che riesce nonostante gli impegni a scrivere un libro dal titolo evocativo"Mutate Mutanda",cambiate le vostre mutande,e lanciandosi verso esternazioni sempre più al vetriolo sui palchi pubblici.



Nel 2006 il Ministro Calderoli al TG1 dopo la pubblicazione di alcune caricature su Maometto sul Jyllands-Posten foirnale di estrema destra danese mostra una maglietta con la riproduzione di una delle caricature[1] [2],gesto non senza conseguenze che porterà alla morte di undici persone davanti al consolato italiano di Bengasi in Libia la cui indignazione verrà repressa dal governo locale con la violenza,oltre ad una chiara perdita di immagine di fronte alle potenze straniere.



Verrà indagato dalla Procura di Roma per ipotesi di reato quale"offesa alla confessione religiosa mediante villipendio",depenalizzato a cui si risponde con una multa al massimo di 5.000 euro,viene denunnciato attraverso la Federconsumatori per l'art 244 del C.p."turbartiva dei rapporti con Stati esteri o esposizone dello lo Stato Italiano o i suoi cittadini ovunque si trovino al pericolo di rappresaglie",cosa sarebbe successo se dei fanatici avessero iniziato una serie di attentati viste le provocazioni di un esponente del parlamento e del governo?



Costretto poi di fronte alla pressione politica non solo dell'opposizione a dimettersi.




a Marzo dello stesso anno definisce la legge elettorale appena varata con la sua firma sotto una porcata,avallando i sentori di metà della popolazione italiana e dimostrando quale interesse per le sorti dell' Italia permei tale soggetto,visto che adesso c è la rincorsa al cambiamento della legge elettorale che rende impraticabile la governabilità.




L'11 giugno 2007 viene iscritto al registro degli indagati, con l'ipotesi di appropriazione indebita, dalla Procura della Repubblica di Lodi nell'indagine sui comportamenti del banchiere Giampiero Fiorani e di Antonveneta.




Di pochi giorni fa la sua dichiarazione dove dicve di voler far pascolare maiali su di un terreno ove deve sorgere una moschea perchè parte dal presupposto che non si tratti di luogo di culto ma ricettacolo di pericolosi criminali,offendendo ancora una volta la religione di milioni di persone.


------------------------------------------------------------------------------------------


Mario Borghezio:




Torino 1947 ,3 dicembre avvocato.




Poche notizie sulla famiglia e trascorsi parentali mostra subito una passione per la vita politica,prima come militante monarchico e poi nella Giovane Europa gruppo di estrema destra avverso ad Ordine Nuovo,ambiente che lo porterà a conoscere personaggi di spicco come Claudio Mutti curando anche un allegato sull'economia di una rivista di quel mondo,tale "Orion", che non mancherà di scagliarvisi contro quando cambierà bandiera militando per la Lega Nord scoprendosi filo occidentale e difensore del giudaismo da quale fervente oppositore esso era,sia verso l'uno che verso l'altro,arrivando ad attaccare il comico Luttazzi per una battuta su Sharon sulle pagine di Repubblica l' 11 Settembre 2001:


("Occidente: fronte infame", Orion, ottobre 2001, p. 3)
Un personaggio stomachevole che riempie sempre più spesso il video è l'onorevole padano Mario Borghezio, che oggi fa della guerra al terrorismo e all'Islam la sua bandiera di lotta. Un altro che ha fatto presto a cambiare cavallo.



Nel sito di Miguel Martinez,le cui fonti non possono essere comprovate,colui che si preoccupa del terrorismo islamico frequentava un personaggio accusato di compiere atti terroristici:"Dunque, oltre a frequentare amabilmente me, Salvatore Francia (più volte accusato di essere il terrorista numero uno di "Ordine Nuovo"), Adriana Pontecorvo (sempre di "Ordine Nuovo" e nei cui uffici bivaccava) e Oggero di Carmagnola (che stampava una rivista intitolata, ma guarda un po', Jihad)".http://www.kelebekler.com/occ/borghezio.htm


A livello politico istituzionale ricopre diverse cariche:consigliere comunale di Torino, deputato alla Camera dal 1992 al 2004 e sottosegretario alla Giustizia nel 1994,ancora deputato del Parlamento europeo.




Ovviamente come uomo d'azione e non solo di parola nel 1993 è stato condannato a pagare una multa di 750.000 lire perché responsabile di aver picchiato un bambino marocchino,l'ex sottosegretario alla giustizia poi non contento nel 2000 è responsabile dell'incendio, aggravato da finalità di discriminazione, appiccato ai pagliericci di alcuni immigrati che dormivano sotto un ponte a Torino,con l'ovvio intento di portare la morte bruciando vive quelle persone,cavandosela comunque con una multa di poco più di 3.000 euro.




Sono molto più famose le sue incursioni sui treni,fatti molto meno scottanti dei precedenti, scoprendosi igenista e con del disinfettante si appresta a pulire le poltroncine dove sono sedute delle extracomunitarie,evitando accuratamente di infastidire degli uomini di colore che potrebbero avere ben altra risposta oltre quella della ferma indignazione.




Viene aggredito più volte sullo stesso mezzo durante diverse manifestazioni,tratta Torino-Milano per iniziativa di alcuni no-global e simpatizzanti dei centri sociali;nonostante i carabinieri gli avesero sconsigliato in precedenza di salire su quel treno, considerandolo per lui poco sicuro.
A febbraio 2006 la situazione si ripete a Livorno dove Borghezio stava tenendo un comizio organizzato dalla Lega Nord Toscana; fuori dalla sala civica si verifica un attacco congiunto di un centinaio di no-global e di frange estremiste degli ultrà livornesi respinto dalla forze dell'ordine. Un episodio molto simile si è verificato anche il 3 marzo successivo a Padova.


Un vero rapporto conflittuale di odio e amore verso quel mezzo di locomozione e chi vi transita.




Per non essere da meno del compagno di partito Calderoli in quanto ad esternazioni che mettono in difficoltà il nostro caro stivale tra un aggressione e l'altra durante un discorso del passato Presidente della Repubblica Ciampi estrae una bandiera padana ed assieme ad altri fischia l'intervento del nostro rappresentante più alto proprio mentre si trova ancora al governo.


Alcune fonti riportano il fatto come contestazione alla moneta europea erroneamente,chiaro è l'intento di zittire non facendo mai menzione al cambio di valore all'acquisto delle finanze degli italiani a fronte dello stesso stipendio.




Infine il fermo avvenuto il giorno 11 Settembre a Bruxelles durante una manifestazione NON autorizzata di stampo razzista anti-islamica da parte della polizia.


Il resoconto della sua avventura a cui seguirono vessazioni a livello fisico a detta dello stesso risulta mendace nel numero,perchè parla di venti fermati mentre fonti ufficiali parlano di ben centocinquanta persone,le quali nella magior parte dei casi superavano l'età sopra i trent'anni.




Cosa che sorprende alcuni è il fatto che Mario Borghezio sia ancora membro della Commissione per le libertà civili, la giustizia e gli affari interni; della Commissione per le petizioni,all'interno del sistema dell Unione Europea di cui sembra non condividere le idee tolleranti e aperte alle nazioni prevalentemente di natura non cristiana.


Noblesse oblige, ça va sans dire. giovedì 13 settembre 2007 | commenti



Parliamo,giudichiamo,ci indignamo,sempre esclusi i presenti.E' una di quelle frasi a tradimento che colgono impreparati anche i conversatori più attenti. Non credo che questa espressione esista in altre lingue o che,quanto meno,ricorra come in Italia.I giornalisti,sento dire,s'inventano tutto,esclusi i presenti.I medici,esclusi i presenti,fregano il fisco.Esclusi i presenti i politici sono corrotti e i sindacalisti degli imbecilli.Un passeggero del direttissimo Milano-Ancona,dopo aver discusso con un conoscente degli scioperi,del governo, della lira,delle ragazze che vanno a letto con i contestatori,ha concluso: "con rispetto parlando l'italia è un paese di merda, esclusi i presenti".Ringrazio quell'ignoto gentiluomo che ha voluto escludere dalla sua severa sintesi i compagni di scompartimento e auguro a tutti di essere sempre presenti.
*Esclusi i presenti - Luca Goldoni


Siori siori venghino ad ammirare il variegato panorama umano.

Una tizia compra il tavolo firmato solo per parcheggiarlo in un angolo, al sicuro da maneggi maldestri. Conta i gridolini degli amici e assiste al lento e ineluttabile depositarsi della polvere. Chissenefrega se è un tavolo e la sua naturale funzione è quella di essere sporcato, ripulito, risporcato.
Serve a quello no?
Un tavolo lo si usa, non dovrebbe fregare un ceppo se è bello o no. Lo si vive. Lo si adatta con l'usura dei gomiti.

Svariati esemplari di homo inutilis aggirandosi in branco intonando la solita canzoncina idiota popopopopopoooooo, abbordano la prima disperata che gli capita sotto tiro con "tingu nù **zz pieno d'amore".

In un girònzollòn su internet si ci avvede dell'ennesimo cybersquatting. Da gemellek vieni reindirizzato al sito di una gioielleria, pietrone tutte sbrilluccicose e sbrillantose affiancate dallo slogan ammiccante *Corona il tuo sogno*.
Mah vagamente mi ricorda qualcosa.

Studio Aperto persevera con l'ultra collaudata tecnica di appaiare 2 notizie decenti, trite e ritrite, a una carrellata di fondoschiena e air bag con vagheggianti aspirazioni di infimi successi sculettanti.

Il vicino si dispera al solo pensiero di un'interruzione a tempo indeterminato di Lucignolo.
Presente la Winslet mentre si vede scivolare dalle mani di Caprio?
Ecco stava messo peggio.

Per fortuna c'è Rete4 con quell'insolito omino (genio incompreso dalle battute incomprese) rispondente al nome di Emilio Fede, condito dalle vallette che leggono il meteo.
Facciamo le cose bene una volta per tutte? O imparano a leggere o esibiscono un nudo integrale.
Se tanto mi da tanto, le due cose sono equivalenti, o addirittura la seconda supera la prima.

La vita non è bella ne brutta.E' originale. ( : Italo Svevo )
Sapevatelo.

Etichette:

You'll have to run much faster | commenti



You have to run as fast as you can just to stay where you are.If you want to get anywhere,you'll have to run much faster.
*Lewis Carroll


L'odore, la forma primaria di memoria. Se chiudo gli occhi ricordo il profumo di mia madre. Lo stesso usato da svariate altre donne, ma mai come lei. Ne metteva poche gocce, sicchè diventava una nota indecifrabile. Lontana. Lo sentivo la mattina presto e la sera, quando si chinava a controllare che stessi dormendo e non mi fosse finito un libro, chissà come, sotto alle lenzuola. Se voglio un ricordo di quel periodo, devo solo chiudere gli occhi e appicciare il cervello: l'ennesima torta alla vaniglia bruciata, le dita impasticciate di farina, il lindo e pulito fruscio dei nastri delle ballerine, le botte tremende prese nella palestra odorosa di gomma.
E le scatole di cartone e l'essere costretta a scegliere, a valutare l'importanza delle cose, rinunciando a ciò che il giorno prima mi era indispensabile.
Per imbrogliare riempivo le tasche di tutto un po', ma puntualmente lui me le svuotava, e la scelta ricominciava di nuovo.
Una scelta fra due semplici oggetti, simbolicamente due affetti. Si può mai decidere di buttare uno dei due nel fondo del sacco? Scegliere mi sembrava stupido, dopotutto l'uno non aveva niente a che fare con l'altro.
Non si danneggiavano a vicenda.
Poi finì anche il periodo dei traslochi fulminei, e per un po' non dovetti fare più scelte. L'unico a dover traslocare era lui, la patente sudata di fresco e gli scatoloni nel sedile dietro. La radio gracchiante, la poca voglia di cambiare canale e le sigarette sul cruscotto. Dormicchiare su un fianco lamentandomi della cintura, chiedendo in continuazione quando arriviamo, basta fumare che mi intossichi i vestiti, bla bla bla gne gne gne. L'aria primaverile, il polline ovunque e le sue, solite, battute.
Ma perchè gli alberi non possono scopare come tutti?
Quando ho riaperto gli occhi l'asfalto si era sostituito al sedile ruvido, mi bruciava la guancia ma avevo ancora l'odore delle sigarette sulla felpa.
Non volevo sentire altro.

mercoledì 12 settembre 2007 | commenti



Mi piace il mio corpo quand'è col tuo
corpo. E' una cosa
tanto nuova.
Muscoli meglio e nervi di più.
mi piace il tuo corpo. Mi
piace quel che fa,
e il come. Mi piace sentir la sua spina
dorsale,
le sue ossa e il tremolante
-liscio-sodo che bacerò
ancora ancora e
ancora
di te mi piace baciare questo e quello,
mi piace, lentamente
accerezzare, il folto
elettrico pelo, e quel che viene a carne
che si
separa . E occhi grandi briciole d'amore,
e forse mi piace il brivido
di
sotto me te così nuova
Edward E. Cummings

l'aiuto degli insurrezionalisti di sinistra delle brigate rosse ad una legge truffa | commenti


Parto da due presupposti precisi,sono di sinistra,e non tutto quello che viene fatto da una vittima di un attentato deve essere per forza positivo.

Comincio.

Al V Day di Grillo si è parlato di striscio delle famosa legge 30 di Biagi,la reazione che più mi ha sorpreso è stata quella di Casini,"ci si dovrebbe vergognare Marco Biagi andrebbe santificato",vecchia piaga del pensiero da tonaca e confessionale e di archiviare tutti coloro che hanno subito una persecuzione di qualsiasi genere come dei santi,come le figure innalzate al favore degli altari ogni cosa compiuta deve essere per forza giusta e dettata da un ordine superiore,dovrebbero uscire dalle giostre leonine offerte dagli imperatori romani in cui i cristiani venivano masticati per il sollazzo del volgo e vedere che il mondo è cambiato.


Biagi era un uomo che lavorava ed aveva una sua vita,è morto per mano di altri e deve essere rispettato come chiuque subisca un' azione di forza ma non posso concordare con tutto quello che ha fatto o come esso sia stato manipolato in seguito soltanto perchè il sangue monda l'errore.


Alcuni dicono che la forma originale della legge sia stata stravolta quando ormai l'autore non poteva più opporsi,cercherò di vedere di più,se così fosse si dovrebbe vergognare Casini che ha approfittato della morte di un uomo per emendare una legge che faceva comodo ad alcuni modificandola col favore del silenzio delle piazze.


Questo ci hanno tolto le Brigate Rosse,il diritto di protestare,perchè sull onda lunga del evento tragico della morte di un uomo nessuno ha potuto alzare la mano e discordare,questo a riprova di quello che penso da molto tempo:


Ogni atto di violenza ci toglie la possibilità di esprimere il nostro pensiero,a favore di coloro che vogliono imporci visioni univoche come fossero assiomi.


GRAZIE NUOVE BRIGATE ROSSE AVETE UCCISO UN UOMO E IMBAVAGLIATO DECINE DI ALTRE PERSONE.

Etichette:

Italia brucia,ardi e scompari e Fermo che fa?Fermo fa provincia ovvio,oddio utile,utile davvero martedì 11 settembre 2007 | commenti


Come ho sentito spesso purtroppo soprattutto il centro ha subito continui attacchi,a mio avviso mirati,per far scomparire zone verdi a favore di chissà quale guadagno,lessi una teoria in proposito ma devo andarla a ritrovare,insomma il ritorno ci sarebbe anche se la zona non diventa edificabile.


Non è questo che mi interessa però,tra le tanta storie,vere e non,e lamentele che si sono susseguite,mentre Cupra Marittima e Ascoli Piceno potevo organizzare mega barbecue appena usciti di casa perchè le fiamme lambivano la porta, vorrei ricordare la ridente cittadina di Fermo,ormai consolidata provincia,come si premunisce?

Possiede mezzi così vetusti per spegnere un incendio che a fatica potrebbe smorzare una scatola di zolfarelli.


Come però ci insegnano coloro che scrivono aulico parto dall' inizio.

C'era una volta un principe o una principessa diranno i piccoli lettori...No questa favola comincia con un paese che per anni si dice messo da parte e non considerato dal capoluogo di provincia,che non viene messo in risalto il suo passato glorioso,non viene aiutato,e senti un vociare di gente che chiede autonomia e si culla nel sogno di far valere la propria appartenenza come abitanti di quel luogo.

Questa ridente cittadina si chiama Fermo.

Il dispotico capoluogo che diciamocelo non distribuisce danari in quantità tali da lastricare in oro nessuno dei centri abitativi di sua pertinenza si chiama Ascoli piceno,ma offrendo a tutti lo stesso trattamento non vedo come alcuni possano lamentarsi di disparità di trattamento.

Comunque un giorno il sogno si avvera,gioia,gioia,gaudio,festeggiamenti al sapor di porchetta e fuochi artificiali,trombette e stelle filanti,i fermani festeggiano la provincia,e giù tutti a darsi enormi pacche sulle spalle e cercare di raccomandare i figli nei nuovi uffici provinciali.

Un giorno però accade l'inaspettato,un losco figuro ammantato di nero,figlio della notte e con l'anima nero pece si mette a dare fuoco ad una grande macchia boschiva prospicente una strada extraurbana secondaria,detta Nazionale,alimentando le fiamme mentre strumenti magici e uomini di chiaro coraggio al servizio del Re con potenti mezzi come elicotteri e canader cercano di spegnere l'incendio,si mobilitano anche le autopompe di diversi paesi che pur potendo poco nel frangente affrontano a viso aperto cercando di arginare come possono,le fiamme le guardano negli occhi e cercano con scarza possibilità se non di spegnere almeno di arginare.


Fermo come decide di comportarsi?


Da uomini generosi e lavoratori si corciano le maniche e mandano mezzi anche loro,peccato che l incendio si propaghi in una zona particolarmente impervia,mentre i guardiano delle fiamme(i vigili del fuoco)di altri luoghi arrivano all appuntamento pur se faticando come muli da soma che tirano obici da 9 cm,arrivano,mentre l'autopompa di Fermo ormai provincia è così vetusta che deve scaricare litri d'acqua sulla Nazionale per poter tornare indietro perchè i mezzi sono così vetusti che sono stati inaugurati da Camillo Benso conte di Cavour.


Allora cari picoli lettori a cosa serve una nuova provincia?


Ad avere targhe diverse.


In altri luoghi intanto per le fiamme alcuni perirono.

Etichette:

notturno in osteria n 2 | commenti


Potrei iniziare con l'incip più famoso che sia stato mai partorito da mente umana,"era una notte buia e tempestosa...." ma in quello che dico penso non vi si trovino le condizioni adatte per ispirare ambientazioni da libri di cappa e spada o sù bracchetti seduti cavalcioni sopra la cuccia che imbrattano fogli cercando di scrivere il romanzo del secolo.

Perchè quella frase venne scritta dal simpatico Snoopy,parto della mente geniale del pastore protestante Schulz,che come disse Umberto Eco sulle pagine della rivista a lui dedicata nella versione italica è riuscito a portare il fumetto laddove prima non sarebbe mai entrato,nelle case delle famiglie acculturate,che non leggevano romanzetti rosa o libricini che comparivano allegati a qualche settimanale,magari per promuovere un film in uscita nelle sale,esso rappresenta in toto la cultura dell'arte disegnata.

In questa ipotetica osteria da cui scrivo si muovono i personaggi delle storie su carta che passando bevono e cianciano parlando di mirabolanti avventure,terre da scoprire e intrighi da svelare.

A gambe incrociate sotto i tavoli chiedono da bere o giocano a carte nel vocio solo per vedere chi estrarrà per primo la pistola,o molto più raramente conducono solo lo sguardo fuori dalla finestra perchè non hanno il temperamento o il carattere per trovarsi in una fumosa e piena osteria.

Mentre vedo i volti degli autori defunti mescolarsi a quelli dei personaggi inventati ne saluto alcuni e offro da bere ad altri,Bonvi chiede per l'ennesima volta un toscano con la voce sbiascicata,Crepax cerca di convincere Geremia e Cariatide che un sexy shop sarebbe molto più redditizio e meno stancante di un negozio di fiori,in fondo la mercanzia la prenderebbero i clienti;Bonelli e i suoi fidati pards,Tex e soci,iniziano l'ennesima rissa e io da un angolo alzo il bicchiere alla salute di tutti loro,alcuni di loro rispondono alzandolo a loro volta,e Cattivik tiene d'occhio la cassa perchè potrebbero tornare i proprietari della Corno o della Comic Art,e quelli sì sono veri ladri.

Grazie amici disegnati e a tutti quelli che li hanno creati o ne creeranno

Etichette:

boia chi molla ovvero quando l'amore ti immerge in una foschia di egoismo estremo lunedì 10 settembre 2007 | commenti


Non ho mollato il blog,agli sparuti visitatori di questo angolo di riflessione potrebbe sembrare di sì ovvio ma non è così,sono semplicemente innamorato e ci si gongola e chiude dal mondo esterno quando tale eventualità si affaccia all orizzonte.

Veramente visto che sotto si accennava a resurezioni non volevo invero rifarmi al nazzareno in quanto ad uscite nella cripta ma a superman,che nella sua continua vita editoriale ha dipanato il ritorno per ben tre mesi con cadenza settimanale.Tornerò pienamente attivo da adesso.


Il vostro due facce preferito,ci giocheremo la vita con un tiro di monetina....