<body><script type="text/javascript"> function setAttributeOnload(object, attribute, val) { if(window.addEventListener) { window.addEventListener('load', function(){ object[attribute] = val; }, false); } else { window.attachEvent('onload', function(){ object[attribute] = val; }); } } </script> <div id="navbar-iframe-container"></div> <script type="text/javascript" src="https://apis.google.com/js/plusone.js"></script> <script type="text/javascript"> gapi.load("gapi.iframes:gapi.iframes.style.bubble", function() { if (gapi.iframes && gapi.iframes.getContext) { gapi.iframes.getContext().openChild({ url: 'https://www.blogger.com/navbar.g?targetBlogID\x3d4743990940702952739\x26blogName\x3dconfessioni+di+una+mente+pericolosa\x26publishMode\x3dPUBLISH_MODE_BLOGSPOT\x26navbarType\x3dBLACK\x26layoutType\x3dCLASSIC\x26searchRoot\x3dhttp://mentipericolose.blogspot.com/search\x26blogLocale\x3dit_IT\x26v\x3d2\x26homepageUrl\x3dhttp://mentipericolose.blogspot.com/\x26vt\x3d3419312974770310513', where: document.getElementById("navbar-iframe-container"), id: "navbar-iframe" }); } }); </script>


Benvenuti

Benvenuti Tutti su questo blog,curato dall'esimio Monaldo Politi e Finardi,i nostri nomi sono frutto della fantasia dei due creatori di questo piccolo angolo di riflessione. Ricordiamo di moderare i commenti al vivere civile,siamo qui per confrontarci e non per scannarci,rirceverete risposte spero sempre esaurienti e rispettose dei VOSTRI punti di vista. (Ringrazio anticipatamente Sugar per ogni volta che vorrà arricchire gli spazi con i suoi graditi post)
Verranno eliminati ESCLUSIVAMENTE i commenti non in linea col Disclaimer che vi viene consigliato di leggere per intero.

Buon divertimento.

AddThis Social Bookmark Button CERCA BLOG Blog-Show la vetrina italiana dei blog! TECHNORATI NET PARADE ALICE news YAHOO BLOGROLLING tutto blog MOZILLA- firefox Blog-Show la vetrina italiana dei blog!

Aggregator-link

mentipericolose-link

Recent

Archives

il leone s è addormentato... martedì 27 febbraio 2007 | commenti


Avevano dato la vecchia fiera per finita,colpa dei suoi trascorsi giuridici,la provenienza da un periodo storico oramai passato,dalle idee vetuste.
Non ci siamo neanche messi a conciarne la pelle,si era ridotto ad una presenza ombra,avrebbe sfigurato nel nostro salotto buono la pelliccia lisa e la criniera spelacchiata,non incuteva paura,anzi quando ha votato per il governo abbiamo anche iniziato a grattarlo dietro le orecchie,fargli le coccole,un micione.

Ci siamo concentrati sulla iena a reti unificate costruttore di una seconda Milano(Milano2),sempre sorridente e veloce come quelli della sua razza,veloce a smentire quello che affermava solo il giorno prima,che ha creato un movimento politico attingendo alla carcassa della DC,si muove solo in branco,accompagnato dalla volpe Previti e il gatto Bondi,ma lui non è Pinocchio,è mangiafuoco,la iena che ci imbambola coi burattini.
Abbiamo sbagliato però,appena pensavamo di potergli girare le spalle il re della foresta ha assestato la zampata,ha fatto sentire il suo ruggito,non era inoffensivo,come tutti i vecchi animali concentra le sue forze e riposa per essere pronto nel momento opportuno.

Abbiamo commesso un errore di valutazione imperdonabile,oramai è tardi per rimediare,non posso che guardarlo stupefatto,la iena non ride e chiede di istituire le primarie,il carrozzone si ferma è ruggendo ci dice con distacco che era assente:” Sono stato lontano ma ho seguito l'andamento dei fatti. Ho letto soprattutto il nuovo programma al quale ha lavorato la maggioranza…Ho notato con piacere che certi punti non fanno più parte degli obiettivi dell'esecutivo",ma comunque è lui a comandare.




Presidente Andreotti, Prodi torna alle Camere. Voterà la fiducia? Cosa ha deciso dopo questi giorni di riflessione?

"Per la verità, a Montecarlo siamo stati impegnati in questo convegno sull'Iran e sulla politica internazionale. Momento propizio per prendere atto che la situazione, proprio sotto il profilo internazionale, è assai preoccupante".


E dunque, presidente?

"E dunque occorre stabilità di governo in momenti come questi".


Vuol dire che voterà la fiducia?

"Sono stato lontano ma ho seguito l'andamento dei fatti. Ho letto soprattutto il nuovo programma al quale ha lavorato la maggioranza".


E qual è il suo giudizio? "

Positivo. Ho notato con piacere che certi punti non fanno più parte degli obiettivi dell'esecutivo".


Si riferisce ai Dico, al riconoscimento delle unioni civili che lei non aveva fatto mistero di non condividere affatto?

"Sì, ho visto che i matrimoni omosessuali, diciamo così, saranno accantonati. E questo è condivisibile. Dunque penso che non dovrebbero esserci difficoltà per il governo ad andare avanti".

Etichette:

SFOrza Italia domenica 25 febbraio 2007 | commenti


Devo dire che sono sorpreso dalla capacità dei legislatori che militano nella casa delle libertà di presentare una petizione contro il disegno di legge Amato sulla cittadinanza dopo 5 anni,una sequela di castronerie senza precedenti e se non fosse una proposta seria oserei definirla quasi ilare,
se queste sono le capacita di chi ci ha governato per cinque anni un brivido lungo la schiena formicola fino alla base del collo.
L errore più marchiano si nota ed è messo in bella vista subito,così da non avere dubbi sulla preparazione di chi lo ha stilato:
All’articolo 4 della legge 5 febbraio 1992, n. 91, il comma 2 è sostituito dal seguente:
“ 2. Lo straniero nato in Italia, che vi abbia risieduto legalmente senza interruzioni sino al raggiungimento della maggiore età, e che abbia frequentato scuole riconosciute dallo Stato italiano, almeno sino al raggiungimento dell’obbligo scolastico diviene cittadino se dichiara, entro sei mesi dal raggiungimento della maggiore età di voler acquisire la cittadinanza italiana.”

Analizzando bene quanto scritto lo straniero nato in Italia non dovrebbe considerarsi tale,è un controsenso,se è nato in Italia e vi ha risieduto per diciotto anni è italiano,senza alcuna altra discriminante tutti ci possiamo considerare estranei al nostro paese;quanti sono nati qui e vi hanno risieduto fino alla maggiore età?
Senza interruzioni poi dovrebbe significare che qualsiasi ragazzo che voglia frequentare per un periodo una scuola in un paese straniero o richiedere uno scambio culturale debba perdere la cittadinanza con tutto quello che ne consegue e riacquistarla magari anni dopo.

Sempre per mancanza di chiarezza tutti coloro che purtroppo non hanno potuto o sono stati costretti a non finire la scuola dell obbligo come a volte purtroppo ancora succede soprattutto nelle zone del sud non è cittadino,senza contare che difficilmente un soggetto con una scolarizzazione saltuaria i assente difficilmente riuscirebbe a recuperare,lasciandolo in uno stato di illegalità permanente.

Manca una parte per rendere comprensibile questo guazzabuglio,se si fosse scritto figlio di genitori non nati in Italia non possono considerarsi cittadini anche se vi hanno vissuto per tutta l infanzia e l adolescenza,poi però sarebbe divenuto discriminatorio,il sentirsi appartenenti di una cultura non risiede nell esperienza personale,nel vissuto per ognuno di noi per Forza Italia,ma dipende dal paese d origine dei genitori,o dal colore della pelle,credo fosse questo l intento.


ARTICOLO 4

I – Dopo l’art. 9 della legge 5 febbraio 1992, n. 91, come modificato dall’art. 3 della presente legge, è inserito il seguente:
“Art. 9-bis
I - L’acquisizione della cittadinanza italiana nei casi di cui agli articoli 5 e 9 è subordinata ai seguenti requisiti:
a) buona conoscenza della lingua italiana, scritta e parlata;
b) conoscenza della storia italiana;
c) conoscenza della Costituzione italiana;
d) rinuncia al possesso di altra cittadinanza;
e) frequentazione di un corso, della durata di almeno 12 mesi, finalizzato all’approfondimento della conoscenza di cui alle lettere a), b) e c)
f) sono esenti dalla frequentazione del corso di cui alla lettera e) gli stranieri che hanno frequentato nel Paese di origine…qui partono le esenzioni lungamente previste.

Prima di tutto non si fa menzione di chi dovrebbe constatare la conoscenza,né qui né altrove nel proseguio della petizione e dovrebbe istituirsi come minimo un organo giudicante,altrimenti è inutile,se esso non è verificabile resta lettera morta,accennando che sia un decreto legislativo a supplire a tali lacune;(punto II sotto riportato)tenendo poi conto dell analfabetizazione di ritorno mi chiedo quante persone ritenute cittadine avrebbero le capacità per rispondere dal punto a) al punto c).

Il punto d) significa in spicciolo un gesto simbolico atto a dimenticare la propria provenienza di origine,tagliare le radici profonde di un identità acquisita col divenire della vita,come se questo bastasse a fare di una persona un ottimo cittadino,come se una cultura diversa sia comunque una minaccia di cui bisogna necessariamente liberarsi.
Ci sono poi degli evidenti svantaggi pratici,mettiamo il caso che un soggetto continui ad intrattenere rapporti lavorativi col proprio paese di origine e sia costretto a tornarvi di tanto in tanto,in alcuni paesi dovrebbe munirsi di visto,non avrebbe comunque previste tutte le facilitazioni di cui un cittadino potrebbe godere,come ad esempio il reperimento di un documento ufficiale,tipo quello di matrimonio,come straniero del proprio paese potrebbe incontrare l impossibilità di ottenere quello che gli serve o vederne allungati i tempi.


II – Entro 6 mesi dall’entrata in vigore della presente legge, con decreto legislativo il Governo dovrà definire le procedure idonee a comprovare i requisiti di cui al primo comma, lettere a), b) e c), nonché le modalità e gli Enti destinati all’organizzazione e l’espletamento dei corsi di formazione di cui al comma 1, lettera e)



L’articolo 10 della legge 5 febbraio 1992, n. 91 è sostituito dal seguente:
“Il decreto di conferimento della cittadinanza non ha effetto se, entro 6 mesi la persona cui si riferisce non presta giuramento di essere fedele alla Repubblica e di osservare la Costituzione e le leggi dello Stato.

Ovviamente non credo che basti un giuramento del genere per fare in modo che si divenga ligi alle regole che vengono istituite,questa particolare richiesta serve a livello giuridico per incolpare i richiedenti di crimini contro la repubblica,la costituzione o le leggi dello stato.
Proprio come le forze militari o il presidente della repubblica dovrebbero prestare giuramento,questo comporta una maggiore responsabilità,ma nessun vantaggio suppletivo.

Complimenti Forza Italia.

Etichette:

Prodi 4 Prodi 3 Prodi 2 Prodi 1 Prodi 0...lancio!!!!!!!! giovedì 22 febbraio 2007 | commenti


Per votare la missione Italiana in Afghanistan il governo è caduto,al senato dove la maggioranza era più risicata non si è raggiunto il quorum minimo per far sì che la legge prendesse vita,alcuni esponenti di sinistra si sono astenuti per cui al senato è come se avessero votato contro.


Alcuni si sono accaniti contro i senatori a vita,che mancavano o che si sono astenuti,primo su tutti Andreotti,altri sugli esponenti del partito dell onorevole Diliberto.

Mi permetto di dire che è una fine annunciata,i freddi numeri non assicuravano alla seconda camera la stabilità per governare per tutto il mandato dei cinque anni,prima o poi sarebbe nato il dissenso e tutto si sarebbe sciolto come neve al sole,il centrodestra lo sapeva,il centrosinistra si illudeva che non sarebbe mai accaduto.


Prima di entrare meglio nella questione vorrei fare a monte un paio di considerazioni sul come sia nato il parlamento in questa legislatura,con un sistema elettorale creato appositamente per non rendere possibile qualsiasi forma di coalizione,"una legge di merda"disse Calderoli della lega che l aveva firmata,non redatta perchè non è capace,con un bel sorriso tronfio sparato sui canali televisivi,come se fosse normale e venisse in aiuto agli italiani una cattiva legge elettorale,un pasticcio inestricabile che aiuta la popolazione,invece di essere un espediente di "bassa lega",in tutti i sensi.

Roba che avrebbe fatto rizzare i capelli agli esponenti meno brillanti della prima repubblica,vantarsi furbescamente di aver cambiato le regole a proprio favore.


Le schede bianche di cui si è parlato dopo il docu-film di Dellaglio sono diventate lettera morta,nessuno ne vuole sapere nulla dopo il primo clamore,col dubbio di una quieta attesa intanto che la bolla si sgonfiasse e il tempo pressasse con altri problemi la memoria corta l opinione pubblica.


Con questi presupposti e con il comportamento di alcuni leader di partito come Rutelli che cambia opinione secondo la convenienza con la stessa velocità e faccia tosta di come cambia casacca e ideologia,non potevamo sperare di andare lontano.


La situazione è nata storta e non credo che riusciranno a raddrizzarla.


Inutile prendersela con i senatori a vita,essi non fanno parte della coalizione,hanno in media tutti più di ottantanni,bastava un raffreddore o un eccessiva umidità portatrice di mal d ossa da artritico per lasciarli a casa,un paese normale si regge sulle spalle di una forza politica più giovane,abbiamo avuto i due presidenti del consiglio,Prodi e Berlusconi che hanno più di settanta anni.il presidente della repubblica la stessa età dei senatori a vita,avrebbero fatto il loro tempo ovunque,ma non qui

Tornando sul punto saliente gli on. Rossi e Turgliattidi sinistra si sono astenuti adducendo che non se la sentivano di continuare a votare cose su no concordavano, l uno adducendo ad una maggior aderenza al programma firmato, l altro facendo leva sulla coerenza personale all interno del proprio partito.


Se ci sia stato calcolo di parte per cercare di rimpastare il parlamento e il governo verso una coalizione più "rossa",se le parole dei due senatori siano sincere,se ci fossero accordi sottobanco per allargare la coalizione più verso il centro non posso saperlo ma sono convinto che come sempre non cambierà nulla,mentre i centristi Mastella Buttiglione e Casini si fregano le mani in vista di un loro lungo sogno,la coalizione trasversale dove tutti governano e nulla si muove.


Mi chiedo se lo facciano perchè ancora contusi da tangentopoli dopo tanti anni cerchino la vita ritirata e tranquilla dove si vivacchia o abbiano inoculato nelle vene il compromesso storico.


Concordo comunque con Di Pietro quando dice che non bisogna governare per evitare che torni FI,ma in base alla convinzione precisa di voler governare,aggiungo io,se il presupposto fosse solo quello non mi riconosco in questa coalizione perchè deve portare avanti la politica votata non far passare le più ignobili porcate con lo spauracchio del ritorno di Berlusconi,altrimenti non siamo diversi dal nano inano quando parla di pericolo rosso e illiberale e giustifica le castronerie a suo favore.


Attendiamo e vediamo.


(vignetta di Forattini)

Etichette:

quando ti chiama una persona che non ti aspetti martedì 20 febbraio 2007 | commenti




Questo post è dedicato a una persona che non mi aspettavo mi avrebbe contattato,mi ha chiesto quale fosse il mio blog,quale il mio contatto msn e devo dire che ne sono rimasto colpito,è una persona alla quale ho imparato a voler bene,diversa da me indubbiamente di cui comunque ho apprezzato da subito il carattere forte quasi sfrontato,condividiamo questa piega del carattere.


Come tutte le cose improvvise mi ha fatto piacere e voglio ricambiarla con un pensiero:


Ovunque andrai e qualsiasi cosa farai,lontana o vicina,tra un giorno o tra un anno,ogni volta che mi chiamerai sorriderò e ti abbraccerò.


Ciao Tay.

Etichette:

ma guarda tu...Genova e la sua storia | commenti


Volendo creare una land GDRC assieme ad altri(Gioco Di Ruolo Chat)dove si interpreta un personaggio da noi creato attraverso la scrittura descrivendo le azioni e espletando il parlato dentro parentesi<>,mi sono posto il problema di quale scenario era più stimolante ed essendo a sfondo storico quale periodo e luogo fosse foriero di fermenti politici e sociali,un luogo magico insomma.

Questa idea è nata dalla mancanza improvvisa della land la città dei dogi,che per motivi propri si è vista chiudere i battenti,ed inizialmente ho occettato l idea di Venezia come luogo per gettare le basi dell organizzazione politica ed economica di questo luogo virtuale,poi però mi è stata suggerita un altra repubblica,altrettanto importante,piena di fermenti e di storia,la repubblica di Genova.

Inizio la ricerca storica e resto meravigliato dalla sua organizzazione,dai suoi cambiamenti.

Da un governo con istituzione popolare di capitanati alla serenissima con istituzione di Dogi;il fatto che per molto tempo si sia dimostrato un territorio che non aveva mire beligeranti e espansive,la loro tolleranza sociale,verso del '400in notaio Andrea De Cairo, facente anche parte dell'arcivescovato,con atto nel quale due uomini senza vincoli di sangue vivono insieme impegnandosi a vita nella cura e sostegno reciproco, nominandosi reciprocamente eredi. I vocaboli “unio” e “fraternitas” ,forse indicano un affetto superiore alla semplice amicizia e comunque due uomini che vivono assieme qualsiasi fossero i loro rapporti vedevano tutelati i diritti fondamentali di una coppia. La curiosa scoperta riportata sulle pagine del quotidiano La Repubblica il 13 Febbraio di questo anno è emersa nel corso di un progetto di ricerca finanziato dalla Direzione generale degli Archivi e curato scientificamente da Alfonso Assini dell´Archivio di Stato di Genova e dalla Società Ligure di Storia Patria. Un progetto avviato circa un anno fa ma che andrà avanti ancora per almeno un altro paio d'anni,con documenti stilati da diversi notai, il che lascia presupporre che la pratica non fosse usuale nella repubblica marinara genovese del tempo.

Vi lascio con un immagine del cimitero di Genova,Staglieno.

Etichette:

Amato sbaglia mercoledì 14 febbraio 2007 | commenti


Anche solo insinuare che potrebbero infiltrarsi presunti terroristi,perchè tali sono fino a che non se ne prova la presenza e l appartenenza ad associazioni sovversive,significa svilire una manifestazione pacifica,manifestazione atta a dimostrare che le recenti decisioni sull allargamento della base americana a Vicenza non sono ben viste dalla popolazione.

Potrebbe spingere frange estremiste di destra a causare disordini per dimostrarne la natura beligerante,che vuole solo una volta di più far scorgere come manchi uno dei caposaldi fondamentali del principio di repubblica e di democrazia,il dialogo con il popolo;Repubblica tra le altre cose significa che la sovranità risiede nel popolo,ed un sovrano deve essere ascoltato quando vengono prese decisioni importanti,come democrazia significa eleggere liberamente i propri rappresentanti,non i propri padroni.

Altrimenti il sovrano affola le strade,grida per le piazze e con le bandiere e cartelli non esprime solo delle idee ma dimostra la propria indignazione legittima,che gli spetta di diritto.

Anche solo pensare che tale manifestazione serva da rifugio a comportamenti pericolosi è latrice di una preoccupante deriva totalitaria,se ogni volta che si solleva la testa per far sentire la propria voce si viene etichettati come pericoli pubblici bisogna smetterla di alzarla sporadicamente,la testa deve restare eretta,per provare che non si piega,per scrutare che non si perda il sentiero della libertà di espressione.

Etichette:

noi siamo un paese a rischio | commenti


Noi siamo un paese a rischio.

Tra i tanti eventi che si sono andati dipanando in questi giorni una notizia ha attirato la mia attenzione come un cicalino insistente di un cercapersone,la Farnesina ha pubblicato l elenco dei paesi a rischio per le nostre vacanze.

Ho abbassato il bacino verso il pavimento lasciando scorrere il corpo sul divano,le mani dietro la testa e via ad immaginare un paese del sud del continente americano.
Chi non ha sognato di percorrere le pampas argentine piene di piccoli rivoli e colture che spaziano fino all orizzonte?Visitare una tipica estancias?(fattoria coloniale),bere margarita in un tipico locale all aperto che contepla la strada principale di qualche grossa città?

Sono andato a visitare prima il sito della Farnesina,poi il sito più accreditato per le informazioni di viaggio,Viaggiare Sicuri,mi sono diretto subito verso i due puntini rossi,la Bolivia e il Paraguay.
Sono esploso in una fregorosa risata vedendo le motiviazioni di tale scelta,in ambedue i casi sembrava si parlasse del nostro paese,ma dopo un attento controllo ho notato che a noi il pallino rosso manca,eppure facendo i dovuti confronti non mi pare ci siano dubbi.

Per esplicare merglio facciamo una comparazione tra il noi e i boliviani secondo il metro di giudizio dei due siti da me controllati.

Bolivia Avvisi Particolari

Dal 12.02.2007 - La situazione in Cochabamba e nel resto del Paese, dopo le manifestazioni violente che hanno visto coinvolti popolazione e “cocaleros”, è per il momento tornata alla normalità.Recenti episodi di rapine (anche violente) e sequestri a danno di cittadini europei sono stati segnalati in particolare nei dintorni del Lago Titicaca.

Italia Avvisi particolari

L’Italia ha continuato a non voler introdurre nel proprio codice penale il reato di tortura così come definito dalla Convenzione delle Nazioni Unite contro la tortura. Inoltre, non ha adottato alcuna misura per creare un istituto nazionale indipendente per la tutela dei diritti umani o un organo indipendente che accolga le denunce contro la polizia e ne individui le responsabilità.
Le operazioni di mantenimento dell’ordine pubblico non sono risultate in linea con il Codice europeo di etica per la polizia che, ad esempio, richiede agli agenti di indossare in modo ben visibile qualche segno di identificazione, come il numero di matricola, per far sì che possano essere individuati e chiamati a rispondere delle proprie azioni.
Negli istituti di pena non è mutata la situazione di sovraffollamento cronico e insufficienza di personale, unita a un’alta incidenza di suicidi e atti di autolesionismo. Sono pervenute molte segnalazioni di condizioni sanitarie carenti e di assistenza medica inadeguata e non è diminuita l’incidenza di malattie infettive e problemi di salute mentale.
(Amnesty International Italia Rapporto 2006,prima dell insediamento di Prodi ma le cose non sono cambiate)
Comunque nonstante queste mancanze con solerzia le nostre forze dell ordine lavorano,e bisogna dire anche in maniera molto efficace avendo diminuito il numero di delitti dello stivale il primo semestre del 2006 per quanto riguarda i crimini inerenti alla persona.
Si nota un calo sia per quanto riguarda gli omicidi volontari(293 anno 2005 contro 282 dell anno 2006),undici in meno,davvero raguardevole.
Più sostanziale la diminuzione degli altri crimini contro la persona riguardante le lesioni personali dolose,si nota un effettivo calo dall incredibile picco del secondo semestre 2005(29084)al primo del 2006(24354)
Purtroppo come in BOLIVIA l incidenza dei crimini comuni come i danneggiamenti sembrano seguire un trend di crescita(187138 nel 1 semestre 2006);prende sempre più piede la questione della delinquenza giovanile.
"i delitti commessi spaziano dalle estorsioni alle rapine di strada,ai furti,alle risse,alle violenze sessuali nei confronti delle ragazze legate ai gruppi opposti,vandalismo".
(Questi dati come il virgolettato proviene dal sito ufficiale della polizia di stato http://www.poliziadistato.it/pds/primapagina/note_sulla_sicurezza/2006.htm ,se volete approfondire scaricate le note sulla sicurezza che trovate al suo interno) .

Bolivia situazione sanitaria

Le strutture ospedaliere pubbliche sono, salvo rare eccezioni, carenti; le strutture ospedaliere private, invece, sono migliori almeno nelle principali città quali La Paz, Santa Cruz de la Sierra, Cochabamba e Sucre. Nelle suddette città si possono trovare i medicinali di più largo consumo senza grande difficoltà ed in parte anche quelli destinati a terapie specifiche. Nel caso di ricoveri d’emergenza va fatta molta attenzione alle trasfusioni di sangue poiché mancano i controlli accurati e c'è il rischio di contrarre malattie serie.

Italia situazione sanitaria

Devo ammettere che il reperimento di dati recenti è alquanto ostico,il ministero della salute ferma la relazione sullo stato sanitario del paese al 2003-2004,mentre il piano sanitario nazionale,in spicciolo quello che si prevede si dovrebbe raggiungere come obbiettivo,è aggiornato fino al 2008.
http://www.ministerosalute.it/pubblicazioni/ppRicercaSemplice.jsp?label=pubb
Sorprendente quanto manchi un' informazione aggiornata.

Sondando via internet l ISTAT,usando il motore di ricerca interna si impatta su una serie di pubblicazioni da acquistare e il più aggiornata è relativa alla gravidanza e allattamento al seno(2005).
Anche qui sorprende che con un mezzo immediato come la rete non si riesca ad avere un quadro più recente della nostra situazione sanitaria,che la stragrande maggioranza dei dati si debba reperire attraverso acquisizione di libri pagando,e che comunque questi dati sembrino comunque vetusti.
http://www.istat.it/sanita/salute/
Imperterrito e grondante di sudore per la fatica mi appresto ad un altro tipo di ricerca,quella giornalistica,così mentre mi asciugo la fronte ansimante verso quella che spero essere la meta di un cumulo enorme di dati mancati e l assoluta imposizione di non bere caffè per non aumentare il mio nervosismo arrivo a questa conclusione.

http://www.malasanita.it/
Ovviamente non si tratta del sito di un organo ufficiale dello stato e va preso con le dovute cautele,ma riporta comunque notizie interessanti,come il fatto che i morti per malasanità siano 90 al giorno come emerso nel corso di un convegno di medici riuniti all Istituto dei tumori a Milano,dove gli stessi hanno ammesso non solo che la maggior parte dei decessi presi in considerazione sono dovuti a liste di attera così lunghi che quando il malato giunge è troppo tardi,ma che facendo una comparazione delle vittime provoca più morti degli incidenti stradali in media in un anno.


Bolivia Sicurezza

La difficile situazione economica, in generale, crea il rischio di scioperi spontanei, dimostrazioni e blocchi stradali che possono ostacolare il traffico causando ritardi e modifiche di itinerari.
- di girare con pochi soldi e con la fotocopia dei documenti d'identità, conservando gli originali in albergo poiché i turisti sono facile bersaglio di borseggi effettuati con destrezza.

Italia Sicurezza

La difficile situazione economica, in generale, crea il rischio di scioperi spontanei, dimostrazioni e blocchi stradali che possono ostacolare il traffico causando ritardi e modifiche di itinerari.
- di girare con pochi soldi e con la fotocopia dei documenti d'identità, conservando gli originali in albergo poiché i turisti sono facile bersaglio di borseggi effettuati con destrezza.

Se permettete calza a pennello,avviamoci stancamente verso l ultima voce,mentre mi rilasso prendendo un bella tazzona di caffè solubile misto a orzo,per contravvenire almeno in parte a quanto espresso precedentemente riguardo alla bevanda eccitante per eccellenza.


Bolivia Viabilità

- ai turisti che intendano noleggiare un'auto di prediligere mezzi fuoristrada in quanto solo una piccola parte della rete stradale è asfaltata;
gli autobus ed i pulmini sono spesso in condizioni di manutenzione precarie. La rete ferroviaria è in pratica inesistente; esistono solo alcuni tratti carenti di manutenzione L'aereo è il mezzo di trasporto più efficiente che collega tutte le principali ed alcune secondarie città del Paese.

Italia Viabilità

ai turisti che intendano nolleggiare un auto prediligete i portafogli gonfi in quanto una grande parte della rete stradale è asfaltata ma le nostre autostrade sono molto care.
Guardate un dato sull ultimo aumento:
il prezzo delle autostrade, che doveva salire del 2,4 per cento, su alcuni percorsi si è gonfiato fino al 50 per cento. Da Autostrade per l’Italia spiegano che tutto procede secondo la prassi: il 2,4 per cento era soltanto un valore di media, e i tratti su cui c’è stato un aumento oggi non aumenteranno domani.
Ottime argomentazioni davvero,sapete su cosa hanno basato tali aumenti?
Non su effettivi bisogni della rete,ma su previsioni future di investimento,in pratica non sull analisi effettiva in base della viabilità,l aumento dei mezzi che percorrono quel tratto e/o le condizioni stradali,semplicemente sulle previsioni aleatorie di crescita e per lavori di cui devono essere ancora istituiti appalti o dovrebbero essere già finiti nel 2003.
Controllate in Internet i dati che riporto.

Le ferrovie sono sovraffollate e/o fatiscenti,la linea ad alta velocità TAV ci è costata almeno il triplo che in Francia e alcuni ne discutono la vera utilità(vedasi il post su Beppe Grillo.it).



Sono stanco di questo "clima tropicale",mi alzo dal divano e recandomi in un agenzia viaggi prenoto quindici giorni tutto compreso in Norvegia.

Etichette:

Unione Ulivo Democratici di Sinistra e forze di centro (la battaglia navale) martedì 13 febbraio 2007 | commenti


Mentre cerco disperatamente di vedere quale utilizzo faccia la coalizione del centrosinistra del programma dell Unione,temendo che venga usato per pareggiare le gambe dei tavoli di Montecitorio,lasciando senza lavoro solerti falegnami e cercando di capire l utilità effettiva di questo animale mitologico con a capo Prodi,mi sono imbattuto in una notizia interessante.

Partito democratico, pronto il Manifesto"Ci impegniamo a nascere nel 2008"

http://www.repubblica.it/2006/12/sezioni/politica/partito-democratico/manifesto-pd/manifesto-pd.html

I ramoscelli dell Ulivo crescono e non si sa bene dove collocarli,visto che questa Federazione comprendente i Democratici di Sinistra,la Margherita,i Socialisti Democratici Italiani i Repubblicani europei,si pensava già abbastanza affollata,si arricchisce di figure di spicco non indifferenti provenienti da svariati campi uniti tra di loro in questa neo-formazione.


Giorgio Ruffolo(socialista e creatore della rivista Micromega)


Liliana Cavani(eccelsa regista di cui consiglio due film "il portiere di notte" e "interno babilonese"dichiaratamente figura di estrema sinistra)


Donata Gottardi(DS e parlamentare europea oltre che collaboratrice nel Ministero del lavoro come consigliere giuridico per le questioni europee)


Roberto Gualtieri(ricercatore di storia contemporanea e vicedirettore della Fondazione Istituto Gramsci)


Sergio Mattarella(democristiano D.O.C.che a rivestito cariche importanti in molti governi,politico di spicco e professore di Diritto parlamentare,con il merito di dimettersi da ministro dell istruzione del governo Andreotti quando fu approvata la legge Mammi)


Ermete Realacci(presidente onorario di legambiente,Presidente della Commissione Ambiente, Territorio e Lavori Pubblici della Camera dei Deputati, Ulivista)


Virginio Rognoni(democristiano a capo di diversi ministeri importanti quali il Ministro dell'Interno 1978-1983 di Grazia e Giustizia 1986-1987 e della Difesa 1990-1992).


Michele Salvati(Deputato PDS nel 96,professore ordinario di Economia Politica)



Pietro Scoppola(Senatore indipendente nella lista D.C.,membro della Commissione nazionale dell' UNESCO e della Giunta centrale per gli studi storici)



Giorgio Tonini(eletto nel 2001 senatore per l Ulivo,professore di tedesco al liceo,tra i fondatori dei Cristiano Sociali, presenza collettiva di cristiani nello schieramento progressista)



Salvatore Vassallo(Professore straordinario di Scienza politica - Università di Bologna,Vicedirettore dell’Istituto Carlo Cattaneo che si occupa di divulgare attraverso seminari e pubblicazioni il funzionamento della politica moderna)



Luciano Violante(Figura di spicco del P.C.periodo in cui divenne deputato per la prima volta,facente parte della commissione antimafia fu lui a raccogliere le testimonianze di Tommaso Buscetta,presidente della camera nel 96,attualmente presidente della Commissione relativa agli Affari Costituzionali)



Rita Borsellino(laureata in Farmacia,sorella del noto Paolo Borsellino, di Libera associazione anti-mafia è stata nominata presidentessa onoraria.Si prodiga con diverse iniziative a promuovere la legalità,divenendo nel contempo presidentessa della Associazione Piera Cutino che promuove la ricerca medica contro la talassemia)


Questo gruppo molto vario appare come un fuga di massa dalle fila delle varie coalizioni di originaria appartenenza,segnale forse di un malcontento serpeggiante per l andamento politico e governativo.


I diessini insorgono,personalmente credo per paura di vedere diminuito il proprio spazio all interno della federazione di cui sono tuttora la base portante,concordamente al fatto che il nuovo partito sembra sia già pronto contrariamente a quel che si dice,infine dalle spaccature e defezioni che potrebbero venire all ombra del congresso di Aprile,dove qualcuno paventa addirittura uno scioglimento,prontamente smentito.


Così mentre Bandoli e Salvi tranquillizzano e ironizzano mi sorge una domanda.


L Italia ha bisogno di un altro partito o di una politica seria e coerente del proprio programma?


Etichette:

ADERISCO sabato 10 febbraio 2007 | commenti


Questo blog aderisce alla campagna di "questo blog non è un sms" opera meritevole di tutti coloro che si riuniscono per promuovere un uso più vasto è corretto della lingua italiana,questo non sottointende scevro di errori refusi e quanto altro,ma almeno privo di tutte quelle abbreviazioni che sono utili su di un messaggio da cellulare,ma sono uno spreco avendo più spazio.

Buona scrittura a tutti ovunque voi siate.

Etichette:

AMNESTY INTERNATIONAL venerdì 9 febbraio 2007 | commenti


Per la famosa associazione no profit la situazione in Italia non è rosea,neppure tragica intendiamoci ma neppure allegra.


"L’Italia ha continuato a non voler introdurre nel proprio codice penale il reato di tortura così come definito dalla Convenzione delle Nazioni Unite contro la tortura. Inoltre, non ha adottato alcuna misura per creare un istituto nazionale indipendente per la tutela dei diritti umani o un organo indipendente che accolga le denunce contro la polizia e ne individui le responsabilità. Le operazioni di mantenimento dell’ordine pubblico non sono risultate in linea con il Codice europeo di etica per la polizia che, ad esempio, richiede agli agenti di indossare in modo ben visibile qualche segno di identificazione, come il numero di matricola, per far sì che possano essere individuati e chiamati a rispondere delle proprie azioni."


Ci sono molti bravi dipendenti che fanno parte dell arma,bisogna ringraziarli,fatto sta che da più Blog e telegiornali sembra fuoriuscire un bisogno di legalità diffusa a fronte degli accadimenti avvenuti a Catania all esterno dello stadio alla fine di una partita,credo bisognerebbe dare il buon esempio e iniziare da chi controlla i controllori.

La deresponsabilizzazione è un sottile filo rosso che trasversale attraversa tuttà la nostra comunità,tutti i gruppi o ceti hanno la tendendenza a non considerare l altra faccia della libertà nel vivere civile,il peso dei propri errori.

Tagliamolo sto benedetto filo,prendiamo un paio di forbici.

http://www.amnesty.it/pressroom/ra2006/italia.html?page=ra2006

Etichette:

dopo due post sul papa per coerenza uno su colui che si crede Dio giovedì 8 febbraio 2007 | commenti


Bene,son felice che Berlusconi sia tornato a calcare le scene come quando lo faceva sulle navi di una nota società che si occupa di viaggi via crocera.

Si torna al Cabaret.

Affermare che gli omosessuali stanno tutti da una parte implica una considerazione piuttosto scarsa di una frangia della comunità,una forma di relegazione a cittadini di serie B;che gli uomini degni si trovino da una parte sola,la sua.

Scevra a quanto pare di coglioni,omosessuali e di coloro che ritengono che pagare le tasse sia di aiuto alla comunità,ma piena di gente che lo tiene duro,l italietta furbona,che si giustifica il giorno dopo dicendo "è una battuta".
Spero che con un simile comportamento faccia riflettere il quadrilatero della sua coalizione,i più moderati,o almeno i suoi elettori,contro simili affermazioni che servono a ingraziarsi lo zoccolo duro degli estremisti di destra.

Berlusca che non si è fatto certo problemi nel ricevere una petizione datata 27 Gennaio 2006 da parte dei Gay moderati e di centrodestra,segno che anche dall altra parte della barricata ne esistono:

Venerdì 27 gennaio, dopo le dichiarazioni sui Pacs e sui gay del Presidente del Consiglio, On.le Silvio Berlusconi, rilasciate nel corso della registrazione della trasmissione “L’incudine”, il Gruppo Gay Liberali e di Centrodestra, ha lanciato la seguente iniziativa:

PETIZIONE ON LINE Normativa per la regolamentazione delle coppie gay, petizione presentata all’On.le Silvio Berlusconi, Presidente del Consiglio dei Ministri e Presidente di Forza Italia ed ai partiti che compongono la Casa delle Libertà:

Signor Presidente, recentemente in una sua dichiarazione ha detto che non ci deve essere nessuna discriminazione e che per i gay "si possono trovare delle regolamentazioni, degli accordi tutelati dal Codice Civile". Noi, gay e lesbiche di orientamente moderato, liberale e di centrodestra, chiediamo un suo personale, diretto e concreto intervento, affinché sia trovata una definitiva soluzione giuridica ad una materia che ha ormai urgenza di essere risolta dando alle coppie gay una normativa ed una regolamentazione che rispetti i loro legittimi diritti civili.

Speriamo che abbiano tutti fatto l attraversamento del Rubicone e siano passati ai moderati di centrosinistra,perchè NON esistono per il presidente Forza Italia.

http://gaymag.splinder.com/?from=12

Etichette:

il papa e il pippo(Baudo) mercoledì 7 febbraio 2007 | commenti




Su molti blog si discute della dichiarazione di Pippo Baudo facente riferimento all insensibilità del clero che festeggia comunque una ricorrenza religiosa a Catania dopo la morte di quel poliziotto allo stadio.


Ecco come la penso,sulla fede e la libertà di parola,il tutto in chiave ironica ovvio.






La religione cattolica ha molti divieti,un numero davvero impressionante:

Peccati mortali

Non osservare i 10 comandamenti:
“Io sono il Signore Dio tuo: non avrai altro Dio fuori che Me”.
“Non nominare il Nome di Dio invano”.
“Ricordati di santificare le feste”.
“Onora il padre e la madre”.
“Non uccidere”.
“Non commettere atti impuri”.
“Non rubare”.
“Non dire falsa testimonianza”.
“Non desiderare la donna d’altri”.
“Non desiderare la roba d’altri”.

Non osservare gli obblighi della Chiesa:
- S. Messa domenicale e nelle feste di precetto.
- Confessione pasquale (ma è consigliata almeno mensilmente)

Compiere i seguenti atti citati nella S. Scrittura:
- Idolatria
- fornicazione
- superbia
- inganno
- adulterio
- frode del giusto salario
- omicidio
- diffamazione
- ingiuria
- furto
- omosessualità
- empietà verso i genitori

Compiere i seguenti atti citati dal Magistero:
- Genocidio
- eutanasia
- schiavitù
- contraccezione
- deportazione
- torture morali e fisiche
- aborto
- suicidio
- prostituzione
- masturbazione
- relazioni prematrimoniali.
www.profezieonline.com/Varie/i_peccati_mortali.htm
Per non parlare dei peccati veniali:
-Accidia
-superbia
-lussuria
-gola
-ira (gli ultimi due non li ricordo,da buon Ateo aggiungeteli voi)
Fortuna che esiste la confessione,e la chiesa si modernizza...



Due sacerdoti di Pavia, don Gianfranco Poma e padre Franco Tassone, hanno inaugurato il primo servizio di confessione online.
Per accedere al servizio è necessario prendere prima contatti diretti con i due sacerdoti, che forniscono l'indirizzo e-mail da utilizzare per le confessioni via web, dopodiché l'utente dovrà rispondere ad una serie di domande. Tra le domande obbligatorie ci sono quelle relative alla data dell'ultima volta che ci si è confessati, all’iscrizione a qualche associazione di impegno sociale e civile e alla capacità di entrare in dialogo con credenti di altre religioni, in particolare gli islamici, mentre il rispetto del precetto festivo e lo stato civile rientrano tra le domande facoltative.
Alla fine del questionario la confessione vera e propria per la quale si hanno a disposizione da 1.000 a 3.500 battute. Prima vanno indicati i peccati mortali, poi quelli veniali. Per chi non trovasse le parole, nel sito della parrocchia è addirittura disponibile una sezione dedicata con l’elenco delle colpe. Alla fine bisogna cliccare sulla scritta lampeggiante rossa Amen e aspettare che sullo schermo compaia il segno della confessione con su indicato il giorno e l'ora fissati per passare alla chiesa di San Teodoro a ritirare l'assoluzione.
Il servizio è attivo 24 ore su 24, dal momento che don Poma e padre Franco controllano le loro caselle di posta elettronica più volte al giorno.


(articolo tratto da:http://www.webmasterpoint.org/news/confessione-online-a-pavia_p26216.html)
Che i due preti siano troppo occupati?A giocare a ramino? Scusate ma l idea dell amen lampeggiante da cliccare mi fa ridere di gusto,e se clicco per sbaglio su un rosario,l ho detto? Vale? Resto perplesso sul giusto salario,chi lo decide i sindacati o la confindustria?

A parte gli scherzi ritengo che sia giusto che il papa dica quello che vuole,come deve fare chiunque,certo l incidenza sulla società cambia,ma soprattutto per me vale quello che disse Voltaire:"non concordo con te,ma morirei perchè tu possa esprimerlo liberamente". Vale per tutti,anche per Pippo Baudo.
Personalmente una minor ingerenza dello stato pontificio sulla vita sociale sarebbe gradito,non vieterei mai al pontefice di dire quello che vuole. Sta a noi cambiare la società giorno per giorno.
Faccio uno sforzo sovraumano se penso che Calderoli DEVE esprimere il suo pensiero...pensiero...pensiero...Siamo a posto!Quando mai ha pensato?Impossibile gli manca la materia grigia.
Lo stanno studiando in America,si chiedono come mai riesca a vivere col cranio vuoto,avanza una teoria sopra le altre,che gli organi e parti sparse del corpo siano senzienti,prova ne è che ragiona col culo.

Etichette:

il monito del papa martedì 6 febbraio 2007 | commenti





Il pontefice ha velamente parlato dell aborto:"La vita, che è opera di Dio, non va negata ad alcuno, neppure al più piccolo e indifeso nascituro, tanto meno quando presenta gravi disabilità (si riferiva all'aborto?)."



Una scelta difficile,ma non si può negare che le contingenze della vita ci portino ad una scelta tanto sofferta.


Con la legge 194 del maggio del 1978 recante "Norme per la tutela della maternità e sull'interruzione volontaria della gravidanza", è stata regolamentata l'interruzione volontaria di gravidanza in Italia. In virtù della normativa vigente, oggi qualsiasi donna che "accusi circostanze per le quali la prosecuzione della gravidanza, il parto o la maternità comporterebbero un serio pericolo per la sua salute fisica o psichica, in relazione o al suo stato di salute o alle sue condizioni economiche, o sociali o familiari, o alle circostanze in cui è avvenuto il concepimento, o a previsioni di anomalie di malformazioni del concepito" può richiedere l'IVG entro i primi 90 giorni dal concepimento. Dopo tale periodo l'IVG è ancora praticabile nel caso in cui la prosecuzione della gravidanza comporti un serio pericolo per la salute della donna."






Uno dei casi più eclatanti di contrapposizione dei diritti nella storia della giurisprudenza e nella vita sociale del nostro paese,fatto salvo che c è stato e c è ancora una discussione se il feto è in possesso dei diritti positivi propri di ogni individuo,o se essi si acquisiscano solo al momento dell effettiva nascita,se poi vogliamo prendere in esame l attuazione di tali diritti in fase pre-natale la discussione si allarga a quando dovrebbero essere acquisiti. La contrapposizione di cui parlavo e tra madre e diritto del nascituro,se l uno prevalga sull altro.



Ad una attenta analisi della prima parte si fa riferimento alla salute fisica o psitica;quando cioè la possibilità di partorire mette a rischio la vita delle donne,penso che nessuno avrebbe il coraggio di costringere una persona di rischiare la propria esistenza arrivando persino a forzarla,deve compiere da sola tale scelta. Nella seconda parte si parla di condizioni economiche,sociali e famigliari,le cose nel nostro paese sono migliorate,non si considera più la madre nubile come un reietto della società,ma la legge deve prendere in esame tutte le casistiche,siamo un paese non eterogeneo,la maggioranza dei casi riferito a tale frangente riguarda soprattutto le straniere(pensate ad un mussulmano,o di diversa educazione dalla nostra pur se cattolico o di altra professione religiosa,non tutti accetterebbero un figlio fuori dal matrimonio)Ecco alcuni dati: Classe di età( 1998)(in anni)



18-24



11,5 Italiana55,0 Straniera



25-29 12,0Italiana44,0 Straniera



30-34 12,2 Italiana31,4 Straniera



35-39 11,1 Italiana23,6 Straniera



40-44 5,3 Italiana10,0 Straniera



45-49 0,5 Italiana0,7 Straniera



Dati generali certo,ma in queste percentuali il peso di una familia è preponderante,come la generale condizione economica di chi non possiede la cittadinanza italiana,altrimenti non sarebbe possibile riscontrare una simile disparità.



Terzo punto,le condizioni in cui è avvenuto il concepimento,qui velatamente si sottointende:stupri,incesti,pedofili, sarebbe iniquo costringere la donna a portare avanti un figlio se fosse frutto della violenza. Es:lo zio stupra la nipote avreste il coraggio di vietarle di interrompere la gravidanza? Caso minoritario e raro,ma sempre possibile quello del rapporto forzato.



Anomalie del concepito. Non è semplice portare avanti la vita di un figlio con problemi psitici o fisici,deve essere anche qui la genitrice a scegliere di fare una scelta di vita importante,che la cambia radicalmente,se non vi fosse questa possibilità non è da escludere che una persona con poca coscienza li abbandonerebbe,(succede anche ora,ogni tanto si trovano bimbi nei casonetti,nel peggiore dei casi,o abbandonati davanti agli ospedali,o negli orfanotrofi) Mi si potrebbe ribattere che comunque effetivamente si potrebbe lasciare il bambino in apposite strutture,ma ve la sentite di obbligare a portare avanti una gravidanza in maniera forzata?Stare 9 mesi in una condizione non voluta? Un pargolo che deve affrontare una vita di difficoltà,a livello fisico e/o mentale,fragile di per se,senza l appoggio dei propri genitori,una scelta difficile.



Per concludere un mio pensiero,non si dovrebbe mai gestire il corpo di un altro,eutanasia,testamento biologico,aborto,lasciate che sia la persona a scegliere.

Etichette: